I Violaspinto nascono nei primi anni del 2000 con l’obiettivo di sperimentare un messaggio musicale in grado di coniugare la poeticità dei testi, l’energia dirompente del ritmo e la sensualità della melodia, non disdegnando la contaminazione con altre forme di espressione artistica.

Dylan alla voce, Labo alle chitarre, Manuel al basso e Dust alla batteria rappresentano la line-up iniziale del gruppo, che comincia a muoversi negli ambienti indie bergamaschi e lombardi, e che in breve tempo realizza il primo EP Luceombra.

Gli anni successivi sono caratterizzati da un’intensa attività live, dalla partecipazione a concorsi e manifestazioni a livello locale e nazionale (tra cui si segnala la finale di Rock targato Italia) e dalla collaborazione con diversi gruppi della scena indie rock.

Le canzoni dell’album Mezze verità (2004) racchiudono questo periodo, nel quale il progetto dei Violaspinto prende definitivamente forma, ma che al tempo stesso è segnato dall’uscita di Dust.

Il gruppo prosegue la propria attività collaborando con diversi batteristi sino all’arrivo di Gianluca Alfonsetti. Con Gianluca, il progetto Violaspinto trova la piena maturazione artistica, che si manifesta in sessioni live sempre più energiche, complete e coinvolgenti e da un EP, Credi ancora nel candore? (2008) le cui canzoni tracciano con efficacia il percorso musicale nel quale si muove la band.

Violaspinto non è un marchio o prodotto musicale: è un modo per approcciare la musica e l’arte nel suo complesso, vivendola nella propria pelle. È un vortice di energia, sensualità e magia che nasce dalla musica, e trova linfa nell’incanto passione e poesia della parola. È l’emozione di perdersi nel proprio “sè”.

Attualmente la band ha appena licenziato il nuovo lavoro di studio "indivenire" registrato con il fonico Davide Perucchini.